fbpx
Skip to main content

L’Italia conquista l’oro nella staffetta 4×1,5 km in acque libere ai Mondiali di Fukuoka.
Protagonista, dopo l’argento nella 5 chilometri, un ritrovato Gregorio Paltrinieri che chiude il super lavoro di Barbara Pozzobon, Ginevra Tadeucci e Domenico Acerenza arrivando in solitario in 1h10’31″2.

Secondo posto, e medaglia d’argento, per l’Ungheria, seguita sul gradino più basso del podio dall’Australia.
“Siamo contentissimi, è la prima volta che conquistiamo l’oro ai Mondiali.

Abbiamo vinto tutto e tutti nel corso degli anni, ma questa medaglia ci mancava e ci tenevamo moltissimo”. Queste le parole con cui Gregorio Paltrinieri ha commentato, sul sito della Federnuoto, l’oro conquistato dalla staffetta 4×1,5 km ai Mondiali di Fukuoka. “Siamo stati tutti bravi – continua -. Le ragazze a mantenere posizione e seguire rotte e scie giuste. Poi Acerenza mi ha dato il cambio giusto. Avevo chiesto a Mimmo si farmi partire primo, in testa, non dietro né all’ Ungheria né alla Germania. Ci è riuscito e io ho tenuto botta. Il mondiale non era iniziato nel modo giusto, senza medaglie e pass olimpico, ma la condizione è cresciuta nel tempo. Sappiamo quanto siamo forti. Dobbiamo provare ad esprimerlo sempre, malgrado le difficoltà, anche se obiettivamente il progetto fondo sta andando benissimo. Questa medaglia ne è la dimostrazione. Abbiamo sognato tante volte di vincere l’oro ai mondiali come squadra e finalmente ci siamo riusciti”. (ANSA)