fbpx
Skip to main content

“Sapevo che i ragazzi avrebbero dimostrato che siamo amici e uniti, sono contento che loro abbiano vinto, perché perdere 4-1 non è mai facile e bisogna essere equilibrati emozionalmente”. Queste le parole del tecnico della Roma, Josè Mourinho, dopo la partita vinta con il Frosinone.

“Non abbiamo mai sentito il mancato appoggio del pubblico, ci hanno sostenuto – ha proseguito il tecnico giallorosso – Magari qualche ragazzo poteva sentire qualcosa di diverso, ma in realtà sembrava che avessimo vinto a Genova e ringrazio loro (i tifosi, ndr). Dopo la partita non sono rimasto in campo per far godere la vittoria ai giocatori. Nei momenti migliori lascio ai giocatori il palcoscenico e la foto”.

In conclusione, ha parlato anche del suo futuro alla Roma: “Continuate a parlare di contratto, ma io non devo parlarne. Ho un contratto fino al 30 giugno e questo è un compromesso serio come ho spiegato. Non devo sentire la società, non devo neanche parlare. La proprietà è la proprietà e io devo rispettarla senza commentare. Sono ovviamente contento anche per loro, ovviamente sono dispiaciuti per il pessimo risultato di giovedì e oggi saranno ovviamente contenti. Lavoro per loro e per i romanisti, lavoro per i giocatori”.(ANSA)