fbpx
Skip to main content

Leonardo Bonucci è ai ferri corti con la Juventus e all’orizzonte c’è una battaglia legale da portare avanti col club bianconero.

L’ex capitano, nei giorni scorsi, aveva presentato tramite il suo legale una diffida al club i vertici della Continassa chiedendo il reintegro in rosa, anche per questo Leo ha detto di “no” alla possibilità di andare a giocare con la maglia dell’Ajax.

Il difensore bianconero, infatti, non vuole la risoluzione del contratto con la Juventus, ma piuttosto, vorrebbe tornare ad allenarsi con la squadra e recuperare la possibilità di giocare per il club bianconero. Scenario che appare quasi impossibile. Nel frattempo, il centrale della Nazionale ha rifiutato la proposta del’Ajax.

Bonucci dovrà dimostrare che la Juve ha violato l’articolo 7 dell’accordo collettivo – per la tutela dei diritti dei calciatori che ritengono ci sia stata un’esclusione ingiustificata dagli allenamenti, la Juve invece di aver agito nel rispetto delle regole.

Qualora non dovesse ottenere il reintegro, l’altra opzione in caso di vittoria del calciatore, che prevede un risarcimento non inferiore del 20% della parte fissa annua lorda: Bonucci guadagna 3,5 netti), per questo ha rifiutato l’Ajax. La sua situazione adesso finirà davanti all’Arbitrato del Coni, che dovrà decidere.